Home / Proposte spirituali / Agenda del mese /

Agenda Novembre 2018

Scarica il pieghevole

1 GIOVEDÌ  SOLENNITÀ  DI  TUTTI I SANTI
orario ss. messe festivo 10,00; 11.30; 18,30
Abbà! Padre! Non cessi mai di risuonare questa invocazione nel nostro cuore e sulle nostre labbra. Sia il respiro della nostra vita e rimanga il respiro anche di coloro che sono già nella morte. Tu ascolta il loro grido che ti invoca. Essi possano ascoltare il tuo grido che li chiama alla beatitudine della vita: venite a me!

2 VENERDÌ Commemorazione di tutti i fedeli defunti
Sante Messe 7,00; 8,00
ore 18,30 Concelebrazione della Comunità

3 SABATO Leggere la Parola nella Tradizione
con p. Gianni Rizzi, biblista
Il libro di Giobbe dalle 19,00 alle 21,00 sala studio biblioteca Carrobiolo
Ingresso/parking vicolo Carrobiolo, 4

4 NOVEMBRE: 100 anni dalla fine della Grande Guerra

4 DOMENICA  XXXI del Tempo
S. Carlo Borromeo Arcivescovo di Milano, patrono dei Padri Barnabiti
Donaci, Signore, un cuore capace di ascolto. Fissa nel nostro cuore la tua parola, che ci rivela quanto tu ci ami e al tempo stesso ci dona la possibilità di amare come siamo stati amati. Aiutaci a comprendere che il tuo comandamento non è un precetto da osservare, ma un dono da custodire, che sprigiona in noi la bellezza di una vita nuova.

4 DOMENICA
I Salmi nel Vangelo di Luca (19,41-44)
con p. Gianni Rizzi
Sala studio della biblioteca dalle 9,00 con S. Messa alle 12,00 in Noviziato.
Ingresso/parking vicolo Carrobiolo, 4

9 VENERDÌ Festa della dedicazione della basilica Lateranense

Giornata mondiale contro il fascismo e l’antisemitismo

La penna propagandistica, efficace nel suo cinismo, coniò lo slogan con il quale intendeva rassicurare gli italiani e il mondo, nel tentativo di prendere, apparentemente, le distanze dall'antisemitismo nazista: «Discriminare - disse Mussolini - non significa perseguitare››. Ma cacciare i bambini dalle scuole, espellere gli ebrei dall'amministrazione statale, proibire loro il lavoro intellettuale, confiscare i beni e le attività commerciali, cancellare i nomi ebraici dai libri, dalle targhe e persino dagli elenchi del telefono e dai necrologi sui giornali costituiva una persecuzione della peggiore specie. Gli ebrei in Italia erano, di fatto, condannati alla segregazione, all'isolamento, all'oblio civile. In molti casi, tutto questo rappresentò la premessa dell'eliminazione fisica. Sorprende sentir dire, ancora oggi, da qualche parte, che il fascismo ebbe alcuni meriti, ma fece due gravi errori: le leggi razziali e l'entrata in guerra. Si tratta di un'affermazione gravemente sbagliata e inaccettabile, da respingere con determinazione. Perché razzismo e guerra non furono deviazioni o episodi rispetto al suo modo di pensare, ma diretta e inevitabile conseguenza. Volontà di dominio e di conquista, esaltazione della violenza, retorica bellicistica, sopraffazione e autoritarismo, supremazia razziale, intervento in guerra contro uno schieramento che sembrava prossimo alla sconfitta, furono diverse facce dello stesso prisma (Sergio Mattarella).

11 DOMENICA XXXII del Tempo
O Signore, tu scruti e conosci il nostro cuore e per te è prezioso ogni nostro gesto che sgorga da un autentico desiderio di amare te e i nostri fratelli. Come hai gradito la due monete della vedova e l’hai mostrata a noi come evangelo vivente, così accogli le nostre povere preghiere: sono come degli spiccioli, ma vogliamo presentarli a te con tutto il nostro cuore.

14 MERCOLEDÌ LECTIO DIVINA
ORE 21,00 in biblioteca
Dopo l’introduzione di don Stefano Chiapasco, iniziamo la pratica della lectio del Vangelo di Giovanni. Ricordiamo che la nostra scelta è quella di vivere la Lectio Divina come tempo di lavoro personale sul testo, fatto nel silenzio. È offerta una scheda per l’approfondimento preparata dalla comunità. Al termine del percorso che conosce le fasi della lectio e della meditatio, un momento di condivisione orante (oratio) conclude la lectio divina.
(è possibile prepararsi riascoltando l’introduzione al Vangelo e il commento al testo di Gv 1,19-51 di don Stefano dal sito )

17 SABATO
ore 16,00 Incontro di spiritualità paolino - zaccariana con p. Aldo
Sede amici del Carrobiolo piazza Carrobiolo, 6

18 DOMENICA Festa di Maria Madre della Divina Provvidenza.
La nostra Comunità religiosa ringrazia Dio per tutti i benefici ricevuti quest’anno. Un ulteriore invito al ringraziamento ci rivolge Papa Francesco, per la  Giornata Mondiale dei Poveri Questo povero grida e il Signore lo ascolta (Sal 34,7).  “Le parole del Salmista diventano anche le nostre nel momento in cui siamo chiamati a incontrare le diverse condizioni di sofferenza ed emarginazione in cui vivono tanti fratelli e sorelle che siamo abituati a designare con il termine generico di poveri […] I poveri ci evangelizzano, aiutandoci a scoprire ogni giorno la bellezza del Vangelo. Sentiamoci tutti, in questo giorno, debitori nei loro confronti, perché si realizzi l’incontro salvifico che sostiene la fede, rende fattiva la carità e abilita la speranza a proseguire sicura nel cammino verso il Signore che viene.  (Papa Francesco)

25 DOMENICA  NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO RE DELL’UNIVERSO
Signore nostro Dio e nostro Re, attendiamo la tua venuta nella notte della nostra storia, come figli serviti da un Padre amorevole e costituiti re per servire i fratelli nel suo nome. Fa’ che la nostra vita fiorisca dalla verità, da quello che ci troviamo a essere oggi e da quello che diventeremo, liberati da noi stessi per testimoniare con la vita il tuo amore.
Giornata mondiale contro la violenza sulle donne
Ore 10,00 S. Messa di suffragio per tutti i defunti “carrobiolini”

SABATO E DOMENICA 1-2 dicembre 24 Ore dello Spirito
Eremo di Eupilio - CO -  dalle 16,00 alle 16,00
Per giovani, giovani/adulti desiderosi di regalarsi 24 ore di silenzio per ascoltare la Parola di Dio che parla alla nostra vita, sia che si vegli o si riposi, di giorno o di notte.
Vedi il volantino che presenta il centro di Spiritualità l’Eremo e il sito www.eremobarnabiti.it per le iscrizioni e altri appuntamenti.