Home / Proposte spirituali / Agenda del mese /

Agenda Dicembre 2020

Scarica l'Agenda dell'Avvento

02 DICEMBRE MERCOLEDÌ
Giornata mondiale per l’abolizione della schiavitù
La schiavitù non è qualcosa di altri tempi. È una pratica che ha radici lontane e si manifesta ancora oggi e in molte forme diverse: traffico di esseri umani, sfruttamento del lavoro attraverso debiti, sfruttamento di minori, sfruttamento sessuale e di lavori domestici forzati, sono solo alcune di queste tante forme. Ognuna più grave e disumana delle altre. Nonostante la mancanza di informazione disponibile su alcune regioni del mondo, le cifre sono drammaticamente elevate e molto probabilmente sottostimate. Secondo alcune statistiche recenti, ci sarebbero più di 40 milioni di persone, uomini, ma soprattutto donne e bambini, che soffrono la schiavitù. Solo per farci un’idea possiamo pensare che se vivessero in un’unica città sarebbe la più grande metropoli del nostro pianeta e avrebbe più o meno, il quadruplo di tutta la popolazione urbana di Buenos Aires e della grande Buenos Aires. (Messaggio di Papa Francesco al forum internazionale sulla schiavitù moderna, Buenos Aires maggio 2018)

03 DICEMBRE GIOVEDÌ
S. Francesco Saverio, vescovo (secondo patrono dei Barnabiti)

04 VENERDÌ PRIMO DEL MESE
ore 17,30 Adorazione eucaristica
ore 18,30 S. Messa

Apostolato della Preghiera

  • Intenzione del Papa - Preghiamo affinché la nostra relazione personale con Gesù Cristo sia nutrita della Parola di Dio e da una vita di preghiera.
  • Intenzione dei vescovi - Perché ci apriamo alla scelta di accogliere il Signore Gesù che ci visita in ogni fratello più piccolo, povero e indifeso.
  • Intenzione Mariana - Ogni giorno, Maria sia l’alba e l’aurora di una vita tutta donata a Dio e ai fratelli.
  • Intenzione Barnabitica - Perché Barnabiti, Angeliche e Laici di San Paolo, animati e illuminati dalla luce dell’Emmanuele, il Dio con noi, si aprano a una dedizione completa e disinteressata al servizio dei fratelli per la loro evangelizzazione e promozione umana.

06 DICEMBRE SECONDA DOMENICA DI AVVENTO Aspettare
O Dio, Padre nostro, noi aspettiamo non l’evento risolutivo che sembra sempre in ritardo, ma la realizzazione certa della tua promessa. Noi aspettiamo non di scontare tutte le colpe accumulate, ma la pace e la dolcezza di un’alleanza irrevocabile, rivelata dalla tua e dalla nostra carne. Per questo noi ti aspettiamo. Maranathà!

07 LUNEDÌ
S. Ambrogio, patrono della Chiesa di Milano
Padre, tu trasfigurerai il nostro mondo in cieli nuovi e terra nuova e, come ora liberi il nostro cuore dal peccato, così libererai ogni creatura dal male che la sfigura. Fa’ che l’attesa del compimento di tutte le tue promesse ci faccia fin d’ora camminare, con ginocchia salde e passi rapidi, sui sentieri della pace, della giustizia, della fraternità accogliente e solidale.

08 MARTEDÌ SOLENNITÀ DELL’IMMACOLATA CONCEZIONE della B.V. MARIA
Sante Messe 10,00; 11,30; 18,30
Signore, concedici di poter stare davanti a te con libertà e fiducia, liberi da ogni sospetto e da ogni scoraggiamento. Sì, tu conosci meglio di noi il nostro cuore, le ombre e le contraddizioni che lo abitano, i peccati che vengono generati dalla sua frantumazione. Eppure, nonostante tutto, continui ad accordarci fiducia. Confidando nell’intercessione della vergine Maria ti chiediamo di sostenere la nostra fede, così che anche noi possiamo giungere a dirti il nostro sì con gioia e confidenza.

13 DOMENICA TERZA DI AVVENTO Testimoniare
O Dio Padre nostro che ci offri pienamente la tua compagnia, prepara il nostro cuore, che convive con le etichette e i cerotti della vita, a tenere pienamente solo ciò che è buono. Tu sai chi noi siamo: dacci la gioia di desiderare che sia tu solo, a illuminare pienamente la nostra contraddittoria, sincera bellezza. Maranathà!

16 LUNEDÌ
Inizio  della  Novena di Natale Tradizionale “Canto delle profezie” alla S. Messa delle 18,30

22 DOMENICA QUARTA DI AVVENTO Riposare in Dio
Giornata internazionale della solidarietà umana
O Dio, Padre nostro, tu attendi di poter fare per noi ciò che la nostra storia grida e desidera: essere la nostra casa, il nostro riposo, essere con noi qui dove siamo e come siamo. Trasforma i nostri turbamenti in domande, i sentimenti in scelte, piene di fiducia, vuote di paura. Perché anche noi possiamo manifestare il tuo e nostro mistero. Maranathà!

Appena avremo comunicazioni ufficiali, vi preciseremo gli orari delle celebrazioni di Natale nella nostra chiesa. Per ora prepariamoci, è Avvento!

L’albero di Natale? Cristiano, non pagano!
Se oggi interroghiamo un cristiano o un non cristiano sull’origine dell’albero di Natale, nella stragrande maggioranza dei casi riceviamo la risposta che si tratta di un’antica usanza pagana. In effetti tale spiegazione non è del tutto errata.
Quest’anno a destra dell’altare troviamo un abete attorno al quale accenderemo le quattro luci delle domeniche di Avvento una “corona di Avvento” più sobria, rispetto alle luci che solitamente decoravano le colonne della chiesa. Per Natale poi, verrà collocata la Natività. Non avremo però il grande presepe della cappella laterale a cui tutti noi siamo affezionati (sarà un anno di pausa per l’amico Osvaldo che ce l’ha garantito per tutti questi anni e a cui vanno i nostri più sentiti ringraziamenti.
Ci piacerebbe farvi avere per Natale insieme ai nostri auguri, un testo che spieghi le origini cristiane del segno dell’albero di Natale.