Home / Centro educativo / Antonia Vita /

Carta dei servizi A. Vita

STORIA

L'Associazione Antonia Vita nasce nel 1990 come frutto dell’incontro tra la vocazione delle Madri Canossiane, e lo studio attento dei bisogni reali del territorio di Monza, nel quale già si evidenziava una situazione di emarginazione nella fascia della preadolescenza ed adolescenza piuttosto vistosa. Agli inizi del 1992, il Superiore della comunità dei Padri Barnabiti di Monza, offre la collaborazione dell’ordine per la realizzazione del Centro, mettendo a disposizione i locali  e gli ampi spazi che ancora oggi ospitano i nostri progetti: nasce così il “Progetto Carrobiolo”. Per darvi maggior concretezza, nel 1993 viene inoltrata la richiesta di iscrizione al Registro regionale del volontariato, seguita nel 1994 da quella al Registro delle Associazioni di solidarietà familiare e da quella del Registro cittadino.

Comincia così, in un crescendo direttamente proporzionale all'affermazione delle attività del centro come riferimento territoriale, un percorso di professionalizzazione delle figure educative che vede l'apice a partire dall'anno 2000 dato il progressivo ridursi della presenza di preti e suore per la scarsità di vocazioni e data la ormai chiara necessità di ruoli di coordinamento e operatività qualitativamente e quantitativamente sempre maggiori.

E' un momento decisivo in cui occorre decidere se e quali investimenti fare per dare autonomia, economica  e operativa, all'Associazione.

Sono gli anni dei finanziamenti della L.23 sul volontariato prima e della Fondazione Comunità Monza e Brianza poi, anni in cui l'investimento sul volontariato da parte del pubblico e del privato era consistente, non solo in termini economici, ma in termini di condivisione e desiderio di realizzare quella sussidiarietà orizzontale degli interventi sancita, con la riforma del 2001 della nostra Costituzione.

L'Associazione riesce quindi, grazie al costante flusso economico sui progetti, a garantire un lungo periodo di stabilità delle figure direttive ed educative, che porta al consolidamento e alla  validazione del modelli operativi dei progetti.

Attualmente l’Associazione gestisce 3 progetti principali ed una serie di importanti iniziative ad essi correlate, impiegando 11 operatori e circa 70 volontari, ed accogliendo complessivamente circa 60 nuclei familiari ed oltre 80 minori.

MISSION

L'Associazione Antonia Vita nasce quindi come risposta al problema del disagio giovanile, inteso come disagio familiare, relazionale e scolastico nel territorio di Monza.

Tale bisogno, letto da un gruppo di persone, laici e religiosi, desiderose di promuovere i valori di dignità della persona, legalità, democrazia, giustizia e impegno sociale, ha trovato risposta attraverso la realizzazione di progetti orientati alla promozione umana, alla prevenzione e alla cura del disagio.

Il Centro Educativo Il Carrobiolo, storicamente portatore di esperienze e valori educativi, è stato individuato come luogo in cui operare.

L'Associazione si propone quindi di accogliere e sostenere bambini e ragazzi, con le relative famiglie, nella convinzione che le loro difficoltà possano essere comunque terreno fertile dove coltivare interessi e potenzialità; si propone anche di intercettare e valorizzare la ricerca di ambiti di esperienza di volontariato e di impegno sociale espressa dal territorio e in particolare dalle realtà dei giovani e dei pensionati.

Le Finalità generali dell'Associazione si possono così riassumere:

  • Valorizzazione della persona.
  • Offerta di un luogo in cui sperimentare relazioni significative e socialità positiva.
  • Presa in carico della formazione personale e scolastica.
  • Ascolto e accoglienza delle fragilità e dei bisogni.

Lo strumento condiviso è il gruppo ma tutti i progetti, a diversi livelli, garantiscono attenzioni individuali e l'attivazione di progetti educativi individualizzati.

PROGETTI:

Per conoscere in dettaglio ogni progetto - destinatari , costi , modalità di accesso al servizio, orari ,programma dell'anno - clicca sul nome del progetto e visita la pagina dedicata

SINTESI DEL SERVIZIO OFFERTO

Il progetto “Scuola Popolare”, gestito dall’Associazione CAG “A. Vita” e sostenuto dall’Assessorato all’Educazione e dall’Assessorato alle Politiche Sociali  del Comune di Monza. Il progetto “Scuola popolare” è gestito da un’equipe di operatori professionali e volontari che organizza  percorsi individualizzati in stretta sinergia con gli enti invianti. Si rivolge a ragazzi di 2° e 3° media, proponendo ai primi un percorso a tempo parziale e ai secondi un inserimento a tempo pieno. L’obiettivo generale è quello del rientro nel percorso sociale, attraverso una presa in carico personalizzata che tenga conto della specificità del ragazzo e dei suoi bisogni (“chi sono”), dei limiti e soprattutto delle potenzialità (“che strumenti ho”). Questo avviene attraverso percorsi didattico-formativi “cuciti addosso” al singolo ragazzo mediante il lavoro di stretta collaborazione con le altre agenzie che si occupano di lui (famiglia, scuola, servizio sociale territoriale...). Tali percorsi sono pensati in modo da poter tenere uniti i tre elementi fondamentali dell’identità di ogni ragazzo: quello cognitivo, quello relazionale e quello affettivo-motivazionale.

Si utilizzano diversi strumenti, quali le lezioni individuali e di gruppo, i laboratori, le attività e le esperienze.

SINTESI DEL SERVIZIO OFFERTO

Il Centro Giovani “CAG Antonia Vita” è un progetto di aggregazione e sostegno scolastico  per ragazzi dagli 10 ai 18 anni divisi in due gruppi sulla base dell’età (junior 10-13 anni, senior 14-18 anni).

Consideriamo questo progetto come sintesi di due interventi in ambiti diversi ma integrati tra loro: il  doposcuola che si occupa degli aspetti didattico-formativi e l’aggregazione che si occupa di quelli educativi-relazionali. In questo modo cerchiamo di offrire ai ragazzi un’apertura e un’accoglienza significativa sia dal punto di vista quantitativo (ore di apertura) che qualitativo (tipo di proposta).

Un’unica equipe educativa, formata da educatori e volontari, gestisce il tempo del doposcuola e i due gruppi di aggregazione che hanno alcuni spazi in comune e altri dedicati a ciascun gruppo per rispondere al meglio alle esigenze delle diverse età.

In questo modo garantiamo  un’ampia possibilità di permanenza dei ragazzi presso il centro: fino a 12 ore settimanali per gli utenti “junior” e fino a 16 ore settimanali per gli utenti “senior”.

Offriamo ai ragazzi, inoltre, aperture nei week end e periodi di vacanza residenziale.

Ogni anno, sulla base dei bisogni osservati e delle esigenze del gruppo, stiliamo un progetto educativo che possa garantire un intervento efficace sia sul gruppo che sui singoli.

Il Centro di aggregazione vuole essere per i ragazzi un luogo educativo di riferimento, in cui poter incontrare presenze adulte autorevoli e significative.

I principali ambito di intervento sono:

Recupero e sostegno scolastico individualizzato

Valorizzazione dei talenti e delle risorse personali

Sviluppo di autonomia e capacità critica

Scoperta e valorizzazione delle risorse e delle proposte offerte dal territorio cittadino

SINTESI DEL SERVIZIO OFFERTO

Il serivizio IRIS offre un equipe multidiscipilinare integrata che opera attraverso due modalità:

- Semiresidenzialità : accoglienza diurna quotidiana di minori di età compresa tra gli 11 e 16 anni, dal pranzo alle 18.30. Il progetto ha l'obiettivo di prevenire il disagio giovanile, accompagnando il percorso scolastico e insegnando ai ragazzi a riappropriarsi del proprio tempo, sia libero o di studio. Si lavora con il minore e la famiglia con l'obiettivo di instaurare una relazione di fiducia con i referenti del progetto, il Centro educativo, e gli altri Enti territoriali coinvolti.

- Assistenza Domiciliare Minori : valgono gli stessi obiettivi delineati per la semiresidenzilalità, ma l'intervento si caratterizza per una spiccata individualizzazione. Ad ogni nucleo viene assegnato un educatore per un numero fisso di ore settimanali, durante le quali, pur restando il focus sul minore, si lavorerà intensamente con la famiglia, alla ricerca di strategie educative condivise che potessano (ri)attivare percorsi di crescita virtuosi per tutto il nucleo.

Offriamo inoltre ai ragazzi, inoltre, aperture nei week end e periodi di vacanza residenziale.

Ogni anno, sulla base dei bisogni osservati e delle esigenze del gruppo, stiliamo un progetto educativo individuale che possa garantire un intervento efficace sia sul gruppo che sui singoli.

Torna al'inizio