Home /

I pellegrini di Emmaus

Per i MERCOLEDÌ IN BIBLIOTECA, l'ormai tradizionale appuntamento con QUARESIMA IN CORNICE

Elena Magni, architetto e giornalista, presenta "I pellegrini di Emmaus" (1628) di Rembrandt, dando una lettura iconografica dell'opera d'arte legata alla passione e alla resurrezione di Cristo e confrontandola con altri capolavori, come quelli di Caravaggio, Veronese, Rubens.

Aveva circa 23 anni Rembrandt quando nel 1628 dipinge quest’olio su carta incollata su tavola lignea. Lo dipinge per sé, affascinato dal racconto evangelico di Luca che racconta l’incontro tra due pellegrini in viaggio verso Emmaus e un altro sconosciuto pellegrino che si unisce a loro nel cammino. Rembrandt dipinge il momento cruciale dello svelamento, quando allo spezzare del pane i due riconoscono Gesù, ma proprio in quel momento il Risorto scompare: Rembrandt dipinge una sparizione, rappresenta l’irrappresentabile.

Il soggetto della Cena di Emmaus attraversa tutta la vita di Rembrandt, tra quadri, incisioni e disegni, ma è sempre il tema del riconoscimento del Cristo risorto che interessa al pittore di Leida.

Ore 21.00

BIBLIOTECA CARROBIOLO, Vicolo Carrobiolo, 4 Monza